Lava

Pensandoci bene, è come se fossi parte di un vulcano.
Da giovane ero roccia, fermo sulle mie posizioni e solo marginalmente scalfito dalle intemperie, poi finalmente gli eventi mi hanno portato a scaldarmi, quasi letteralmente a bruciare, come facevano tutte le rocce vicino a me. Ed è stato piacevole.

Lentamente fluivo verso il mare, lasciandomi trasportare dalla gravitá e spingere da una forza naturale che non mi interessava conoscere, solo seguire e assecondare.
Poi, quando ero così vicino al mare che mi sembrava di poter toccare l’acqua, tutto è cambiato… niente più morbido fluire, niente più libero cullarsi, repentino è arrivato il freddo e sono tornato ad essere solida roccia.

Molto, troppo spesso si cambia contro la propria volontá, per eventi non riconducibili alle nostre azioni o ai nostri pensieri, parole, opere e omissioni.

Prendete ad esempio il vento, che con la sua azione erosiva toglie -lentamente ma inesorabilmente- parte di qualcosa di cui non è possessore. Oppure le acque che scavano, travolgono e spostano oggetti inermi, cambiandone la forma e privandoli di parti che non torneranno mai più ad essere come prima.
Qualcuno obietterà che queste forze creano a volte dei disegni magnifici, rendendo la natura che ci circonda piú armoniosa e pittoresca. A loro rispondo che alla roccia non interessa essere armoniosa, tantomeno pittoresca, la roccia vuole solo essere roccia. Almeno qualcuno abbia il buonsenso di domandare se vuole essere disgregata in sabbia.
E invece no, niente, il vento si interessa solo di ciò che meglio gli riesce fare, incurante delle conseguenze che la sua opera puó portare con sé.

Protestare è comunque inutile dal momento che siamo tutti alla mercé delle forze della natura, qualcuno protetto da uno scudo più resistente e altri riparati solo da un sottile strato di orgoglio. A questi ultimi, me compreso, rammento peró che anche l’orgoglio -se adeguatamente irrobustito- può diventare un ottimo schermo.

J

Annunci

14 pensieri riguardo “Lava

  1. Uhm… come ti commento? Ai cambiamenti che ci vengono imposti contro la nostra volontà ed ogni ragionevole dubbio tocca fare “buon viso a cattivo gioco” e andare, comunque, avanti. Firmerei con il sangue per poter decidere io, con la consapevolezza, o, forse, sfrontatezza, ma, soprattutto, speranza, che la nuova versione di me sia migliore della precedente.

    Piace a 1 persona

  2. Concordo con Elianto. Certo a volte si vorrebbe non essere disgregati, quello no, ma credo che il rischio di esporsi ai venti e alle acque valga comunque la pena. L’orgoglio serve eccome (ne so qualcosa), ma secondo me dovrebbe convivere con una certa accettazione, una “accoglienza”, appunto di quello che non solo non puoi cambiare, ma che in effetti puo’ rivelare qualcosa di te che non conoscevi, e per quanto possa esserci a volte un lato spiacevole, alla fine le cose migliori si trovano solo andando in profondita’ e accettando qualche forma diversa da quella che credevi in oriigine di avere. un po’ contorto, ma spero si capisca 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Tutto chiarissimo, in effetti dovrei lavorare sull’accettazione di alcuni aspetti della mia vita… a volte sono duro di testa come il guscio di una testuggine.
      Per la parcella come restiamo? 😄

      Piace a 1 persona

  3. Non siamo dei monoliti e nel momento stesso in cui ce ne rendiamo conto, (=accettiamo) diventiamo più forti e più leggeri. Se a trenta quaranta, cinquant’anni fossimo gli stessi dei vent’anni. ..sai che noia? e che disastro? 😃

    Piace a 2 people

    1. Forse mi sono espresso male, non sono contrario al cambiamento, lamentavo il fatto che ogni tanto vorrei essere io a deciderlo senza dovermi adattare a scelte non mie.
      Poi ben vengano i cambiamenti anti-noia! 😁

      Piace a 1 persona

      1. O forse non ho capito niente io 😀
        Se i cambiamenti ci vengono “imposti” dal destino/fato/caso/universo/vita/deivariedeventuali credo che non possiamo fare altro che adattarci (resilienza si dice adesso?)…se ci vengono imposti da altre persone! ma sto bene così come sono grazie! 😀

        Piace a 1 persona

Rispondi a intempestivoviandante Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.