Tutto fumo e niente a posto

Non si dorme, e di questo me ne sono fatto una ragione.
Contavo sul fatto che i miei neuroni sfruttassero questo tempo rubato ad una componente vitale qual è il sonno per ragionare di cose importanti, per esempio cercando una cura per coloro che sbagliano a mettere le ‘H’ nelle frasi, lanciandole a manciate sulla tastiera e sperando vadano al posto giusto con le loro gambine.
Che poi, la maestra delle elementari mi ha presentato la lettera H come la ‘mutina’ (nel senso di piccola muta, muta nel senso di àfona. Insomma, ci siamo capiti) cioè quella lettera che si scrive ma non si pronuncia. A tal proposito -e parodiando il film Django unchained- vorrei fare una variazione sul tema, o meglio un’aggiunta: signore e signori, la H è muta, mica deficiente, quindi imparate ad usarla come si deve.
In realtà non è questo il tema che tiene impegnate le mie sinapsi.

In un momento mistico a cavallo tra la fase di addormentamento e la digestione delle chiacchiere di mia madre (chiacchiere intese come le frittelle di noi polentoni lombardi ndr) ho realizzato che dovrei cambiare il sottotitolo del mio blog. Sì, alle 5 del mattino.
…tra un bicchiere di vino e una sigaretta“. Eh, non più, ora solo vino.
Ho fumato l’ultima sigaretta il 29 dicembre, da allora solo sporadici incontri casuali ed una relazione platonica a distanza, mi sento meglio, esattamente come sei anni fa quando smisi per la prima volta. Riuscii a resistere per tre anni e fu uno dei periodi più sereni della mia vita, andavo in palestra 4/5 volte alla settimana, mangiavo sano, ero in forma fisicamente e mentalmente. Poi è finita la relazione dodic.. dodecan.. durata dodici anni con la mia ex compagna e mi sono trasformato in un Homer Simpson con l’accento milanese e la barba lunga. Ma nemmeno questo, per fortuna, è ciò che mi tiene sveglio.

Tutto questo chilometrico e superfluo incipit per introdurre la domanda che mi frulla in testa: avete mai pensato a quanto sia romantica la figura della sigaretta?
Pensate al cinema e a quante scene epiche hanno come co-protagonista una ‘bionda’, i film in bianco e nero di Bogart e compagnia bella ne sono colmi, attori che con aria distratta e occhi sognanti aspirano una lunga boccata, la brace che si illumina di un rosso vivo e poi il protagonista che sbuffa una nuvola di fumo bianco mentre spegne malamente il mozzicone nel posacenere e spara la battuta ad effetto.
Un’altra immagine che mi compare davanti agli occhi quando penso alle sigarette è quella di un piccolo locale di musica blues, dove impalpabili fili di fumo si alzano dai lunghi bocchini delle signore sedute ai pochi piccoli tavoli rotondi posti davanti al palco, sul quale un pianista accompagna un malinconico assolo di sax. Romantico, no?
Ogni fumatore intellettualmente onesto ammetterà che le prime volte lo ha fatto sì per curiosità, ma anche per sentirsi un po’ figo.
Ora, svanita la nuvoletta del sognatore -e del suo fumo- rimane solo una pessima abitudine che lascia scorie in tutto il corpo e un retrogusto di “non dovrei”.
A volte, però, per qualche istante il fumo di una sigaretta può addormentare i pensieri e riscaldare le viscere, mettere pace e farti sentire vivo, al pari di un pessimo whiskey o di una frettolosa scopata.
Alla fine, tuttavia, è pur sempre tutto fumo e niente a posto.
 

J

Annunci

10 pensieri riguardo “Tutto fumo e niente a posto

  1. starai mica pensando di riprendere con quelle puzzose signorine che vanno in fumo e con le quali non puoi nemmeno entrare nei locali, vero? Ma non ricordi quanto gelo e vento presi – o, peggio, passati in ‘ghetti’ per fumotori – per passare 4 minuti di pseudo piacere dal retrogusto amaro? Naaaa
    Parola d’ordine: resistere! 😉
    (ho fatto un pezzo dello stesso tema lo scorso anno… anche per me c’è stato un 29 dicembre in cui ho detto “basta” ^_^ )

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.