La gente della notte

È passato quasi un anno da quando ho iniziato a scrivere qui, in questo lasso di tempo ho conosciuto qualcuno di voi, altri sono diventati per me degli appuntamenti fissi di lettura, mi sono appassionato ad alcune delle storie che leggevo per poi vederle scomparire senza un finale.

Molto raramente mi trovo a rileggere vecchi articoli, in alcuni dei quali mi ritrovo ancora oggi. Come -per esempio- questo

Il Pensator Cortese

“La gente della notte fa lavori strani, certi nascono oggi e finiscono domani…”

Così cantava Lorenzo Jovanotti nel remoto 1991. Intendiamoci, non che sia suo grandissimo fan, però questa canzone la sento anche un po’ mia da quando ho iniziato questo lavoro, che odierei se non mi permettesse di godermi il silenzio delle ore piccole. Piccole ma intrise di pensieri.

View original post 666 altre parole

Annunci

5 pensieri riguardo “La gente della notte

    1. Ok, ammetto di avere impiegato più del dovuto a capire chi fossi. Ho dovuto cercare tra i post meno recenti, poi ho ritrovato il tuo stile -seppur con un riflesso nuovo- inconfondibile.
      Dovrò recuperare ciò che mi sono perso, nel frattempo bentornata!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.