Umane vicissitudini

Essere irriconoscenti è scritto nel DNA umano, nulla cambierà questa mia convinzione. Anche l’imperfezione ha la sua accezione positiva, è ciò che ricorda all’uomo (o dovrebbe farlo) che quello di imitare Dio è solo un passatempo per bambini.

Tornando al tema principale, penso si possa essere irriconoscenti con dolo, aspettando il momento giusto per sfogare la propria frustrazione magari accumulata in giorni, mesi, anni di sofferenza, per poi esplodere nella peggior manifestazione di cinismo selettivo e mirato. Trovare soddisfazione nell’insoddisfazione altrui… vi vedo che storcete il naso ma -in fondo in fondo lo sappiamo- almeno una volta tutti abbiamo recitato disinteresse e indifferenza per la promozione del collega antipatico, pensando “giammai! Non avrai la mia felicità!”

Oppure.

Oppure si può essere irriconoscenti in maniera del tutto inconscia, perché ciò che si ritiene importante non è il chi ma il cosa, di conseguenza l’obbiettivo viene prima di tutto il resto, anche prima di chi ne ha reso possibile il raggiungimento: il fine giustifica i mezzi, o così dicono. Insomma, siamo tutti sacrificabili.
Nonostante cerchi di affrontare ogni questione con il maggior distacco possibile, l’episodio che ha scaturito questa breve riflessione mi ha lasciato un retrogusto molto amaro in bocca.
Credetemi, non vorrei farlo, ma devo appellarmi di nuovo al senso di totale egoismo che pervade certi personaggi.

Ci sono donne e uomini che dedicano anima e corpo ad un preciso scopo, lo fanno per passione o per interesse personale, da lì traggono le gratificazioni che riempiono le loro vite e, perché no, magari anche il loro ego. Nulla è da loro richiesto e nulla gli è dovuto, nonostante le persone a trarre profitto da quell’impegno siano molte.
Ora, la mia domanda è questa: se un professionista mette impegno nel proprio lavoro, porta risultati e in generale aumenta lo spessore dell’ambiente circostante, perché non dovrebbe essere meritevole di un briciolo di riconoscenza? Perché non attribuirgli i meriti di cui hanno beneficiato anche altri, mettendolo in un angolo e ricoprendolo con il manto dell’anonimato, se non addirittura sottolineando e rimarcando i suoi umani limiti invece dei suoi pregi? Invidia? Superbia?

Perché, a volte, ci* comportiamo da perfetti stronzi?

È un articolo un po’ machiavellico e contorto, lo so e chiedo venia per aver provocato casi di schiuma alla bocca ma ancora una volta mi stupisco di quanta poca empatia sincera siamo capaci.

* (noi, genere umano)

J

28 pensieri riguardo “Umane vicissitudini

  1. La frustazione è il mancato soddisfacimento di un bisogno, nel non essere stati capaci di conseguire un obbiettivo e vederlo realizzare da un’altro, l’invidia nasce per l’entusiasmo di colui che ci è riuscito cercando la condivisione e la partecipazione degli altri. Di solito chi è capace, è una persona umile che attraverso la costanza e l’attitudine riesce a realizzare ciò in cui crede o progetta , e il suo apice è il momento in cui crede di aver capito e il suo divenire. Il progetto realizzato è la fine di questo stato d’animo e muore. Per me la gratificazione più grande è la partecipazione.

    Piace a 1 persona

  2. Buon giorno, pochi giorni fa mi sono sentita come quella persona messa nell’angolo come descrivi tu. Convivere con la mancanza di gratificazione è affar serio, specie quando se la prendono gli altri e pensi di meritarlo tu. Il disagio mi chiudeva la gola, stanno male nella calma le persone che come me conoscono la tempesta. Mi sono chiesta, perché? Credo che invidiano ciò che loro non possiedono e che non si può comprare: la gioia di vivere. Se vuoi annientarmi, prosciugami di gioia ed io ne morirò.

    Piace a 2 people

            1. Io non abbraccio tutti, fisicamente. Forse nemmeno io, come te, amo tanto il contatto umano. Ma gli abbracci mi partono spontanei se cadono certe barriere. Insomma, forse ci vuole un po’ di confidenza per sentirsi a proprio agio fra le braccia altrui. Ma, per fortuna, esistono gli abbracci di cuore, potenti come quelli fisici dati o ricevuti al momento giusto. ☺️

              Piace a 1 persona

    1. Mi spiace, forse riconoscere la bravura di altri significa allo stesso tempo dichiarare la loro ‘superiorità’, almeno in quel momento o in quel campo. Vedo tutto molto legato alla frustrazione.

      Piace a 1 persona

  3. l’umanità è uno zoo, ci sono carnivori erbivori e quelli che mangiano tutto … gli erbivori ci fanno pena perché sono cibo, i carnivori un po’ li amiamo un po’ li odiamo (forza e ferocia) degli onnivori ce ne freghiamo…per dire che nell’uomo di tutto questo c’è un po’ di tutto, siamo un po’ prede un po’ cacciatori e poi ci va bene tutto pure l’infelicità altrui…

    "Mi piace"

  4. Ci sono umani e inumani… ecco… quelli prevalentemente sono “inumani” personalmente vedo molti umani che godono e si nutrono delle vicissitudini altrui. Non so cosa sia peggio a volte.

    "Mi piace"

  5. “Ora, la mia domanda è questa:”.

    Secondo me, in questo caso, succede per paura. In un gruppo di lavoro “malato” si ha paura di chi porta i risultati, perché è un futuro soggetto candidato al podio. Ma la paura non si può mostrare, per cui si arriva addirittura ad organizzarsi per ghettizzare il potenziale vincitore, non riconoscendogli i meriti, addirittura sminuendolo. Hai ragione tu quando parli di mancanza di empatia, se questa fosse una caratteristica comune a tutti vivremmo in un mondo giusto. Ma l’uomo non soltanto pecca in questo, ma è anche vile; gli umili, i leali, gli onesti, quelli che lavorano per tutti, sono rari e, quindi, i primi a subire l’arrivismo negli ambienti lavorativi.
    Se queste persone non avessero paura di vedere sul “podio” i meritevoli, ce li spingerebbero loro stessi.
    Se fanno il contrario è perché potrebbero arrivare a sentirsi “inferiori”, lacunosi, o addirittura ricevere mansioni che non vogliono.
    Poi, di certo, c’è anche la questione dell’invidia, ma io la riconduco sempre ad un complesso di inferiorità, che è certo possa scaturire da molteplici questioni.
    Sono dispiaciuta. Fa sempre male sapere che la maggioranza degli esseri umani sta perdendo ogni valore morale, e non ci si accorge che insieme ai valori scivola via anche la dignità.

    Piace a 1 persona

        1. Sì, può essere una spiegazione. E il soggetto in questione ha già preso il volo per piazze ben più importanti… forse è stato proprio questo a dare fastidio, vedere una persona di valore abbandonare il nido e realizzarsi.

          Piace a 1 persona

    1. Come dire… intellettuale? Se trai vantaggio (materiale o psicologico che sia) dall’opera di una persona, perché ostinarti per principio a negarlo? Questo è quello che ho toccato con mano e mi ha lasciato perplesso.

      Piace a 1 persona

  6. È assolutamente vero, mi sono rivista molto nelle tue parole, a casa questi giorni stiamo attraversando questa fase a causa di una falsa e invidiosa vicina che si fa vedere tanto nostra amica. Fa finta di essere dalla nostra parte e non appena sa che stiamo meglio inizia a comportarsi da schifo, diventa acida e dice che quello che facciamo non ha senso oppure che la nostra felicità è un momento effimero…penso che dietro il suo falso sorriso sia talmente perfida da volere il nostro male…posso far leggere a mia madre questo articolo? Calza proprio a pennello.

    PS. È anche irriconoscente, abbiamo fatto tanto per lei e ora si comporta così…quando sa che la mia famiglia sta meglio non si fa più sentire, che malvagità….vorrebbe sempre (secondo me) che noi fossimo sempre in difficoltà.

    Piace a 1 persona

    1. Io ci vedo un profondo squilibrio mentale… Io ho dei vicini che… no no, lasciamo perdere…🤦‍♀️
      Mi dispiace, non sono cose belle, anche perchè non ci sentiamo mai dire le cose in faccia, ma siamo costretti a poter solo osservare comportamenti che lasciano amaro in bocca e sul cuore. Finirà, prima o poi; molto probabilmente sceglierete la via dell’indifferenza facendovene tristemente una ragione, e la vostra vicina capirà troppo tardi o forse non capirà mai, ma voi sarete comunque passati oltre. Io ti mando un abbraccio, che fanno sempre bene 😊

      Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.