‘H & R’ e il bunker anti-media

Vi capita mai di sentirvi assediati dal clima di terrore profuso dai media? Oggi i miei amici H & R parlano proprio di questo

***

– Horatio?
– Dimmi Ricardio, come posso aiutarti?
– Puoi spegnere la TV per favore?
– Certo
– E anche la radio. E togli pure il giornale dal tavolo. Chiudi anche internet, già che ci sei
– Hai deciso di tornare all’età della pietra Ricardio? Devo anche spegnere la luce e staccare il gas?
– Certo che no, è solo che mi infastidiscono le notizie che si sentono ultimamente
– Cosa ti turba?
– É davvero frustrante, perché esiste tanto odio? Perché le persone non possono vivere in pace?
– É una domanda a cui onestamente non saprei risponderti amico mio, però ho un’idea a riguardo
– Dimmi Horatio, dovrei fare scorta di viveri e costruire un bunker nel quale rinchiudermi?
– No, piccolo allarmista. Non ho una soluzione al problema, l’unica certezza è che non possiamo farci influenzare, prova a resistere e continua a fare del bene, ti farà sentire meglio
– Sicuro ne valga la pena?
– Se ti fa stare bene, ne vale sempre la pena. Anche staccare la spina, a volte, può farti stare bene
– Horatio?
– Dimmi Ricardio
– Se davvero è come dici tu allora… lasciamo tutto spento per oggi, domani riattaccheremo la spina

‘H & R’ e la forma fisica

Questione di allenamento e di abitudine alla leggerezza, cari amici H & R

***

– Horatio, è una mia impressione o ti vedo sempre più appesantito?
– Appesantito, dici? Non direi, piuttosto mi sento ben saldo con i piedi per terra
– Quando ci siamo conosciuti, anni fa, non eri così. Mi chiedo cosa sia successo
– É molto semplice amico mio, l’età avanza, il metabolismo rallenta, le esperienze passate e le cicatrici appesantiscono, caro Ricardio
– Concordo, sono verità oggettivamente inconfutabili ma… hai mai pensato di provare a mantenerti allenato?
– Non ne vedo il motivo, vorresti forse rendermi talmente leggero da farmi spiccare il volo?
– No Horatio, niente voli, però mi piacerebbe tu fossi semplicemente più leggero e provassi a staccare i piedi da terra, ogni tanto
– Forse hai ragione, sono davvero fuori allenamento e ho passato troppo tempo a crogiolarmi nelle comodità
– Allora siamo d’accordo, d’ora in avanti la parola d’ordine sarà ‘leggerezza’, a partire dalla cena di questa sera
– Non esagerare, Ricardio
– Ci ho provato, Horatio

‘H & R’ e la lista della spesa

Prendete appunti, oggi H & R ci offrono i loro consigli per gli acquisti

***

– Ricardio, prendi carta e penna, dobbiamo fare la lista della spesa
– Eccomi Horatio, sono pronto
– Segna: serenità
– Se-re-ni-tà. Scritto. Dove la possiamo trovare?
– Non preoccuparti, nel caso non la trovassimo da soli possiamo sempre chiedere ai nostri familiari o agli amici. Tu continua a scrivere
– Horatio, abbiamo finito anche la pazienza
– Già, forse è il caso di farne una bella scorta, torna sempre utile averne a disposizione. E già che ci siamo, avrei bisogno anche di un po’ di autostima. A lunga scadenza, mi raccomando
– Ne approfitterò anche io. Altro?
– Sì, dobbiamo restituire la resilienza, la volevamo intera e ci hanno consegnato quella parzialmente stremata
– Ho scritto tutto. Ricordiamoci di controllare se è arrivata anche un po’ di fortuna, ci starebbe bene, non credi?
– Male non farebbe, amico mio. Ricardio, guidi tu?
– Come sempre, Horatio

‘H & R’ e la disperata ricerca

Non avevo mai pensato a quanto fosse pericoloso giocare a nascondino, grazie H & R per avermelo dimostrato

***

– Ricardio, cosa ci fai spalmato sul pavimento?
– Sto cercando. Ho guardato sotto al letto, sotto al divano… niente da fare
– Se mi dicessi cos’hai perso, forse potrei aiutarti
– Se proprio insisti. Ecco, succede ultimamente mi sono perso e non riesco più a trovare me stesso
– Oh, è successo di nuovo? Forse perché cerchi nei posti sbagliati
– Sono sicuro di aver guardato ovunque Horatio, anche sotto al tavolo, sotto al tappeto e dietro all’armadio. Niente, nemmeno l’ombra, non mi trovo più!
– Non dovresti cercare così in basso, avresti più possibilità se ti alzassi e guardassi in alto, dove eri quando ti sei perso l’ultima volta
– Fammi pensare… Ma certo, ora ricordo! Mi sono perso mentre cercavo di raggiungere la mensola sulla quale teniamo la serenità.
Grazie Horatio, opportuno come al solito
– Sono qui per questo. Ricardio, quando ti sarai ritrovato, ricorda di rimettere in ordine la stanza, nel caso dovessimo ricevere visite
– Lo farò Horatio

‘H & R’ e la gita in barca

Oggi, per combattere l’afa, i miei amici H & R hanno deciso di fare un giro in barca. Sempre che Horatio riesca a risolvere il suo piccolo problema.

***

– Abbiamo preso tutto?
– Penso di sì Ricardio, ma ho paura di rimettere piede su quella barca
– Come? Cosa ti spaventa Horatio? Non ti eccita l’idea di salpare verso il mare aperto?
– Oh sì, certo, l’idea di partire per una nuova avventura mi stuzzica ma…
– Di nuovo un MA. Sentiamo, quale MA mi propinerai questa volta?
– MA… ricordi l’ultima volta che abbiamo provato ad imbarcarci per un viaggio in acque sconosciute? Il mare sembrava così piatto e calmo, ci siamo fatti cullare dalle sue onde morbide per un tempo che mi è parso infinito. Eravamo talmente rilassati che ci siamo fatti cogliere di sorpresa dalla tempesta.
E se dovessimo incontrarne un’altra? E se la nave si ribaltasse? E se per caso NAUFRAGASSIMO e la nave andasse in pezzi?!
– Certo, sorvolando sul tuo ottimismo, anche questa è un’eventualità da prendere in considerazione. Non posso garantirti che non succederà Horatio, forse in tal caso basterà ricordare di non aggrapparsi al relitto, potrà sembrare la soluzione più sensata per rimanere a galla ma in realtà rischieremmo solo di essere trascinati a fondo
– Quindi, se anche quest’avventura dovesse finire in naufragio, cosa pensi dovremmo fare?
– Penso dovremmo imparare a nuotare per tornare a riva il prima possibile, poi da lì potremo ripartire per la prossima avventura
– Bene Ricardio, non sarà facile ma ci proveremo. Prepara il salvagente, si salpa.

‘H & R’ e i vicini invadenti

Chi di noi non ha mai avuto questo genere di fastidiosi vicini? Spoiler: inutile cambiare casa

***

– Ricardio, è ora di andare a dormire
– Lo so Horatio, lo vorrei tanto anche io ma i vicini stanno ancora facendo festa
– Di nuovo! Stupidi Pensieri, quante notti di sonno dovranno ancora rovinarci? Proverò a mettere i tappi nelle orecchie…
– Inutile Horatio, ci ho già provato, più c’è silenzio e più il loro rumore si amplifica
– Allora proviamo a non dargli retta. Prima o poi si stancheranno, andranno a dormire e tornerà il silenzio
– Forse hai ragione, a volte basta armarsi di pazienza. Buonanotte Horatio
– Buonanotte Ricardio

‘H & R’ e i drammi esistenziali

In questa calda estate ospiterò due nuovi amici che verranno a farmi compagnia ogni sabato, per fare due chiacchiere insieme. Chi di voi vorrà passare per un caffé, sarà il benvenuto

***

– Horatio, cos’è quella faccia? Hanno cancellato la tua serie televisiva preferita?
– Ricardio, non è giornata per il sarcasmo
– Come siamo seri oggi. Posso sapere di cosa si tratta?
– Certo, è presto detto. Tra pochi giorni sarà il mio compleanno Ricardio, sto invecchiando, ecco cosa non va
– Oh, capisco. E allora dimmi, quale sarebbe la tua proposta? Perché io, di alternative all’invecchiare, ne conosco solamente una ed è tutto fuorché allettante
– Si tratta di una cosa seria Ricardio, sento il tempo scivolarmi addosso senza fermarsi, come fosse acqua, ho provato a raccoglierla ma continua a sfuggirmi tra le dita
– Io preferisco l’acqua corrente a quella stagnante. Dovresti rivedere le tue abitudini, Horatio
– Ma… ma prima o poi la scorta finirà e ho paura che per allora non avrò raggiunto gli obiettivi che mi sono posto
– Finirà, certo. Ognuno di noi ha a disposizione la propria scorta e nessuno può sapere in anticipo per quanto potrà goderne. Per questo dobbiamo approfittarne, rinfrescarci, dissetarci e sfruttarne ogni goccia
– Fino a qui ti ho seguito, ma con tutta quest’acqua, la bolletta chi la paga?
– In questo caso non bisogna essere tirchi, ci sarà sempre qualcuno con cui dividere il conto
– So che non dovrei ma questa volta mi fido di te, Ricardio
– Non so se sia un vero complimento, facciamo che lo prendo come tale